Malattia

Herpes Labiale-Keynote di rimedi spesso indicati

Una paziente ha chiamato e ha dichiarato che aveva un mal di freddo sul labbro. Ha detto che è molto stressata al lavoro, e si sente imbarazzata dalle vesciche e vuole nascondersi e non andare al lavoro. Riesci a indovinare quale rimedio le ho dato dalla lista qui sotto? (Nat-m)

Herpes labiale provengono dal virus dell’herpes che comprende la varicella. Spesso può giacere dormiente nel corpo, lo stress e o la mancanza di sonno può svegliare il virus. A volte alcuni alimenti possono svolgere un ruolo nel risveglio del virus. Cibo da evitare sono; sale, noci, semi, cereali, piccante, latticini e cioccolato.

Ecco alcuni suggerimenti di rimedi omeopatici che possono aiutare con i focolai.

Natrum muriaticum è un rimedio meraviglioso per l’herpes labiale (Omeopatia per l’herpes labiale). Il mal di freddo meglio trattato con Natrum muriaticum spesso inizia dallo stress, essendo al sole troppo a lungo o troppo sale. Generalmente trovato sulle labbra o intorno alla bocca, la loro personalità spesso tiene le cose in, come i loro sentimenti, rabbia e persino lacrime. Sono una persona più riservata. In genere, sono molto assetati.

Mercurius solublis: Eruzioni brucianti principalmente sulle labbra e sull’addome, tende ad essere sul lato destro. Sono peggiori quando toccano le eruzioni con una sensazione di bruciore. La pelle può essere erosa, molto pruriginosa e sensibile alle temperature. La loro personalità è molto mercuriale cambiando spesso le loro menti e stati d’animo, e il loro stato fisico è anche mutevole con irrequietezza e necessità di muoversi spesso.

Rhus toxicodendron: Herpes labiale intorno alla bocca, angoli della bocca e del collo. Le eruzioni sono molto dolorose, con dolori brucianti e nevralgici. Le eruzioni sono pruriginose, rese migliori applicando un impacco caldo. L’eruzione sarà spesso trasudano un liquido chiaro e poi sarà crosta sopra. C’è un’irrequietezza generale con il dolore, costante bisogno di movimento fisico. Mentalmente hanno nebbia cerebrale, molto smemorato. Possono essere ansiosi che è peggio al crepuscolo, e si soffermano sul passato.

Seppia: le epidemie possono essere associate a un ciclo mestruale e o epidemie periodiche. Peggio in inverno e freddo. Questo rimedio è migliore con focolai sugli arti inferiori. I focolai si verificano spesso quando ti senti logorato e sopraffatto.

Apis mellifica: Arrossamento e gonfiore della zona, con sensazione di bruciore e dolori pungenti. Si sentono meglio applicando un’applicazione a freddo direttamente sulla zona interessata. I focolai sono spesso sul viso e principalmente sul lato sinistro.

Arsenicum album: L’epidemia sarà prurito, bruciare e essere gonfio. Ottimo rimedio se avete già provato un farmaco di prescrizione e soppresso l’eruzione e riappare nello stesso punto. Rimedio a destra con dolori brucianti reso migliore con un’applicazione calda. I focolai possono spesso essere sul collo o sul busto. L’epidemia può portare un sacco di ansia, si preoccupano per l’epidemia e altri problemi di salute.

Ranunculus Bulbosus: troppi stimolanti come alcol, caffè, cioccolato e cibi ricchi o piccanti possono causare i focolai. Le eruzioni erpetiche sono sul petto e sui lati del busto, principalmente sul lato sinistro. I dolori sono pungenti con prurito intenso, aggravato dal tempo piovoso e dal movimento. Le eruzioni appaiono di colore viola o blu scuro piene di liquido, e mentre guariscono sembrano dure e croccanti. Questo rimedio è anche buono per l’herpes zoster. Le epidemie li rendono molto lunatici, litigiosi e arrabbiati.

Mezereum: dolori nevralgici molto dolorosi che vanno e vengono, poi se ne vanno con una sensazione intorpidita e con forte prurito. Peggio con il calore e dal calore di un letto. Le eruzioni sono sul viso, sulle labbra e sulle gengive. Dopo il prurito c’è stillicidio di umidità spessa, che si formano in croste. Questo è anche un ottimo rimedio per l’herpes zoster. Sentono un’ottusità nel loro pensiero e diventano smemorati, hanno anche un disagio nella fossa del loro stomaco.

Dosaggio: Con dolori più forti, puoi iniziare con un 200c e prendere una dose divisa di PM, AM, PM quindi passare a un 12c al giorno. Oppure puoi iniziare con un 30c 2-3 volte al giorno per 3 giorni. Il più delle volte questo aiuterà con i focolai e il dolore. Ma se il dolore e le epidemie persistono, si prega di contattare il proprio omeopata per ulteriori istruzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *